Dott. E. Biffi Medicina Integrata e Dietoterapia

Home

Il Dott. Enrico Biffi, Medico Chirurgo, specialista in Chirurgia Generale, posturologo ed esperto in Omeopatia e Omotossicologia  esercita la libera professione nel campo della Medicina di Regolazione in Brescia presso il proprio studio in via Angelo Inganni, 12.

La Medicina di Regolazione si propone di curare la malattia, non attraverso la semplice soppressione dei sintomi, ma cercando di ripristinare le funzioni regolative alterate dai diversi fattori patogeni. A tal fine utilizza prevalentemente sistemi terapeutici naturali che agiscono sull’organismo stimolandone le capacità di autoconservazione attraverso il ripristino del corretto funzionamento dei sistemi di regolazione. Nell’ambito della Medicina di Regolazione un ruolo fondamentale viene svolto dalla dietoterapia. Ciò che noi ingeriamo nel nostro organismo entra nella costituzione delle nostre cellule e, quindi, dei tessuti e degli organi. Gli alimenti, infatti, dopo essere stati digeriti si trasformano in nutrienti e la composizione relativa degli stessi determina quella del nostro corpo andando a regolare le attività del sistema endocrino, del sistema immunitario e del sistema nervoso andando ad influenzare il metabolismo, l’equilibrio ormonale, le difese immunitarie e, quindi, la nostra psiche e il tono dell’umore. Il detto: “siamo quello che mangiamo” ha, pertanto, un importante fondamento scientifico. Quindi, così come un’ alimentazione squilibrata può contribuire alla genesi delle malattie, l’utilizzo di una dieta bilanciata e corretta può rappresentare un vero e proprio presidio terapeutico importante nel trattamento di numerose patologie, non soltanto dismetaboliche.

Nell’ambito delle Medicine della Regolazione, l’Omeopatia e l’Omotossicologia, coadiuvate anche da altre tecniche terapeutiche nauturali quali: la Dietoterapia computerizzata, la Floriterapia,  l’Agopuntura, l’Auricoloterapia, la Fitoterapia tradizionale e Ayurvedica oltre alla nutraceutica, offrono importanti opportunità terapeutiche in grado di raggiungere risultati attraverso il riequilibrio funzionale senza intossicare ulteriormente l’organismo. Resta inteso che tali scelte terapeutiche devono essere valutate con estrema attenzione dal medico poiché il ricorso a farmaci tradizionali può, comunque, rendersi necessario qualora le condizioni cliniche del soggetto in cura lo esigano. La Medicina di Regolazione non è, infatti, incompatibile con la Medicina Tradizionale poiché entrambe possono essere integrate nel rispetto del benessere e della salute del paziente.